In calo le vendite della G.D.O.: lo riferisce anche il Centro Studi di UnionCamere


Pubblicato il 6 maggio da Riccardo Dell'Aversana

Consigli da google per le tue ricerche:

Plus One!

calo-vendite-gdo-riferisce-anche-il-centro-studi-di-unioncamere-pricesharing

La riduzione del volume delle vendite registrate nella GDO viene oggi certificata anche dal resoconto inserito nel bollettino “Vendite Flash”, realizzato dal Centro Studi di UnionCamere.
“Il 2009 si apre con un andamento del fatturato della Grande Distribuzione Organizzata relativo alle vendite dei prodotti del Largo Consumo Confezionato analogo a quanto rilevato a chiusura dello scorso anno. Il I bimestre registra infatti una variazione su base annuale del 3.3%”, ma si tratta in realtà di un aumento riconducibile essenzialmente alla dinamica dei prezzi: i volumi di vendita, infatti, sembrano in flessione dello 0,2%.Nel I bimestre, infatti,  si registra una variazione tendenziale del 3.5%, ben al di sotto del picco del 5% raggiunto in estate, ma in linea con gli esiti di fine anno. “Ciò nonostante – si legge nel bollettino di “Vendite Flash” –  risulta evidente come questi aumenti del costo della spesa stiano tuttora condizionando gli esiti commerciali della GDO. Le quantità intermediate mostrano una leggera contrazione (-0.2%). Nei bilanci delle famiglie si sono sovrapposti gli effetti della fase recessiva al consistente aumento dei prezzi sopportato lo scorso anno, determinando di conseguenza una riduzione dei volumi acquistati”.
Ecco dunque spiegato il motivo per cui, allo stato attuale, la crescita del fatturato sia “largamente in funzione del costo della spesa”. Risultati discordanti emergono inoltre dall’analisi relativa alle diverse aree territoriali: il giro d’affari più ridotto si è realizzato nel Nord-ovest, nel Sud e nelle isole Isole (rispettivamente 2.7% e 2.5%), specialmente a causa del dato negativo delle quantità vendute. Le cose sono andate meglio nel Nord-est (fatturato al 3.2%) e soprattutto al Centro, grazie ad una variazione su base annua del 4.5% (incremento del 3.8% del costo della spesa e dello 0.7% delle quantità intermediate: dato contenuto ma che finisce per essere il migliore del bimestre).
UnionCamere presenterà il proprio rapporto 2009 giovedì 7 maggio, in occasione della 7a Giornata dell’Economia che si terrà a Roma in Piazza Sallustio. Interverranno il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, Maurizio Sacconi ed il Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico, Adolfo Urso.

Plus One!

Rispondi

*