Ancora sequestri di alimenti scaduti, stavolta destinati al commercio sul web


Pubblicato il 23 aprile da Riccardo Dell'Aversana

Consigli da google per le tue ricerche:

Plus One!

ancora-sequestri-di-alimenti-scaduti-stavolta-destinati-al-commercio-sul-web-pricesharing

Siamo costretti a segnalare l’ennesimo, deplorevole caso di vergognosa speculazione ai danni della salute dei consumatori.  Secondo quanto riferisce l’agenzia Apcom, gli uomini del Nas di Livorno hanno sequestrato un’attività di macellazione, produzione e rivendita di carne e salumi nel comune di Pietrasanta, in provincia di Lucca, denunciandone il responsabile. I militari hanno sottoposto a verifica l’azienda, appurando l’esercizio abusivo della produzione e commercializzazione di prodotti tipici regionali tra cui la pubblicizzata della "porchetta toscana" su un noto sito di compravendita online. Il gestore aveva allestito un vera e propria impresa, che provvedeva sia all’allevamento di varie razze di suini (ne sono stati rinvenuti 106 esemplari) che alla successiva e irregolare macellazione.
La redazione di PriceSharing.it condanna senza riserve episodi riprovevoli che, purtroppo, continuano a verificarsi con sconcertante ripetitività. Sul delicato argomento abbiamo più volte focalizzato la nostra attenzione, riservando al tema della Sicurezza Alimentare una sezione apposita. In più, proprio al complesso caso degli alimenti scaduti abbiamo dedicato un interessante approfondimento, suddiviso in due articoli (uno sulla fondamentale differenza tra scadenza e vita media del prodotto alimentare, l’altro sulle
falle della 109/1992 in merito a Pubblicità e Conservazione degli stessi prodotti alimentari). Molto positiva dunque la scelta da parte dei carabinieri del Nucleo anti sofisticazioni di intensificare ed estendere i controlli anche alle ditte che esercitano il commercio di alimenti sul web, con periodiche verifiche per tutelare il consumatore dalle possibili frodi e truffe che riguardano il settore degli alimenti e delle bevande. Generi spesso "spacciati" come tipici italiani ma di cui spesso non si conosce la provenienza e la corretta applicazione delle norme igienico-sanitarie.
Nel corso del controllo, riferisce sempre l’Apcom, sono emersi ulteriori illeciti tra cui una struttura abusiva adibita alla produzione dei prodotti e priva del prescritto riconoscimento comunitario, e lo stoccaggio e smaltimento di rifiuti (carcasse di veicoli ed elettrodomestici, distrutti attraverso combustione all’aria aperta) in contrasto alle normative in vigore. Sono stati anche rinvenuti circa 100 kg di carne suina, destinata al consumo umano e congelata senza l’ausilio di idoneo abbattitore di temperatura. L’ammontare della struttura, delle pertinenze e dei prodotti sequestrati ammonta a 60mila euro circa.

Plus One!

2 Commenti

  1. Fabio Santagata ha detto:

    L’articolo è estratto da una notizia diffusa dell’agenzia apcom. Inoltre nel nostro articolo non è citata assolutamente la sua azienda. Se pensa che questa notizia possa ledere in qualche modo la sua attività, seppur non citata, possiamo eliminare il comune “Pietrasanta” e lasciare solo la provincia.
    Siamo in attesa di vostra replica.

  2. Edoardo Farnararo ha detto:

    A mia giusta difesa, replico all’articolo esposto di “Ancora sequestri di alimenti scaduti…”

    Al momento del noto intervento dei Nas di Livorno, l’Azienda Agricola Farnararo di Antal Tiberiu possedeva le seguenti autorizzazioni:
    1) Riconoscimento Cee n. IT 090 M (decreto n.11 del 12/07/2006 ) per Macellazione suini.
    2) Riconoscimento Cee n. 9-593/L (determinazione dirigenziale n.2137 del 24/07/2006) per Lavorazione prodotti a base di carne.
    3) Riconoscimento Comunale n. 024 LU 020 all’allevamento di animali.
    4) Piano di HACCP in regola
    5) Autorizzazione allo stoccaggio di materiale carneo di lavorazione e macellazione in n.2 congelatori a pozzetto (aut. Asl come da Manuale di Autocontrollo di Az.Agricola Farnararo revisione 16/04/2007 Procedura PG10).
    6) Autorizzazione alla Produzione Soprassata, Produzione Biroldo, COTTURA PORCHETTA e BUSTI ( aut. Asl come da Manuale di Autocontrollo di Az.Agricola Farnararo revisione 16/04/2007 pagine 7/8/9 di 30 )

    Le affermazioni scritte nel vostro articolo sono assolutamente FALSE e DIFFAMATORIE per cui mi riservo azione legale nei Vs. confronti.
    Edoardo Farnararo.

Rispondi

*