Sostegno ai disoccupati, dal 14 aprile Coop Adriatica e Nordest offrono il 10% di sconto


Pubblicato il 10 aprile da Redazione

Consigli da google per le tue ricerche:

Plus One!

sostegno-ai-disoccupati-dal-14-aprile-coop-adriatica-e-nordest-10-di-sconto-pricesharing

”Il 10% di sconto sulla spesa a chi, oggi, sta pagando di piu”’: lavoratori licenziati per crisi, in cassa integrazione o con un contratto di solidarietà. E’ l’iniziativa con la quale – dal 14 aprile e per 12 settimane – Coop Adriatica e Coop Consumatori Nordest offriranno sostegno a coloro sui quali, negli ultimi sei mesi, si e’ abbattuta la crisi occupazionale.
Lo sconto e’ valido su una spesa settimanale fino a 60 euro, e consentirà ai beneficiari un risparmio massimo di 72 euro nell’intero periodo.
Per usufruire del saldo occorre essere soci di Coop Adriatica o di Coop Nord Est. Chi non lo e’ già potrà associarsi, ricevendo un ulteriore buono spesa che compenserà totalmente o parzialmente la quota sociale. Quindi, da martedi’ 6 aprile basterà presentarsi all’ufficio soci dei 24 ipercoop e 209 supermercati Coop coinvolti, con un documento rilasciato dal datore di lavoro che comprovi la condizione occupazionale a partire dallo scorso ottobre: la lettera di licenziamento per ridimensionamento aziendale o chiusura dell’attività, una dichiarazione attestante la cassa integrazione ordinaria o straordinaria, o, ancora, il contratto di solidarietà. Ciascun beneficiario riceverà quattro buoni sconto del 10%, validi ciascuno per una settimana, fino al 5 luglio.
La riduzione sullo scontrino e’ valida su qualunque prodotto, compresi gli articoli già in promozione, con le sole eccezioni di farmaci, giornali e riviste, che per legge non possono essere scontati.
L’attestazione andrà esibita ogni mese, proprio nella speranza che le persone restino il meno possibile in condizione di difficoltà.
"Si tratta di un intervento straordinario che interpreta la nostra missione mutualistica -spiegano i presidenti di Coop Adriatica e Coop Consumatori Nordest, Gilberto Coffari e Marco Pedroni-. Vogliamo dare un sostegno concreto, anche se temporaneo e certamente non risolutivo, a chi oggi sta pagando di più la crisi. Non abbiamo la pretesa di sostituirci alle istituzioni: ci auguriamo anzi che anche altre realtà imprenditoriali e sociali diano il proprio contributo per fronteggiare l’emergenza occupazione".
L’iniziativa dovrebbe comportare per le due Cooperative un investimento complessivo di almeno cinque milioni di euro, per sostenere circa centomila potenziali beneficiari.

Plus One!

Rispondi

*