Pasqua a tavola, ecco i migliori piatti tipici della tradizione gastronomica italiana


Pubblicato il 8 aprile da Domenico Palladino

Consigli da google per le tue ricerche:

Plus One!

Le perle culinarie dello Stivale e la leggenda della nascita della Pastiera Napoletana

pasqua-a-tavola-ecco-i-migliori-piatti-tipici-della-tradizione-gastronomica-italiana_pricesharing

Sette italiani su dieci trascorreranno il giorno di Pasqua a casa con parenti e amici portando in tavola i sapori tipici della tradizione che non riguardano solo uova di cioccolato e colombe, ma soprattutto tanti piatti tipici regionali che si tramandano da generazioni.
Il menu’ casalingo comporterà, quest’anno, una spesa media di circa 25 euro a persona. Ed e’ proprio tra molte mura domestiche che si svolge il tradizionale rito della preparazione e del consumo di specialità alimentari caratteristiche della Pasqua e destinate spesso a rimanere solo un piacevole ricordo per tutto il restante periodo dell’anno. In occasione delle festività di Pasqua  si consuma quasi la metà degli 1,6 chili di carne di agnello che finiscono in media ogni anno sulle tavole di ogni italiano. Ma molte specialità hanno come ingrediente principale nella maggior parte dei casi i 380 milioni di uova che si prevede gli italiani mangeranno durante la settimana santa, direttamente soprattutto sode a colazione o attraverso dolci, creme e paste a pranzo. La preparazione casalinga dei piatti tradizionali  oltre a consentire un risparmio e’ una attivita’ tornata ad essere gratificante per uomini e donne. Nel Lazio la tradizione vuole che si mangi per colazione la Corallina, salame tipico pasquale accompagnata dalla pizza al formaggio, nelle Marche si gusta la Crescia di Pasqua insieme alle uova sode. Per pranzo, invece, in Molise e’ d’obbligo l’insalata Buona Pasqua con fagiolini, uova sode, pomodori e frutta e per la Toscana la minestra con brodo di gallina e uovo sodo benedetto. Come secondi non può mancare in Puglia il Cutturidd, agnello cotto nel brodo con le erbe tipiche delle Murge e in Trentino le polpettine pasquali con macinato di agnello, prezzemolo, rosmarino, scalogno, sale e pepe. Sono questi  solo alcuni nomi delle specialità regionali preparate nelle case degli italiani sulla base di ricette della tradizione che nascondono spesso piccoli segreti familiari che le rendono inimitabili dai grandi marchi industriali.
Ma i veri trionfatori delle tavole pasquali degli italiani sono i dolci sia preparati in casa che di origine industriale. Una vera parata di pizze dolci, biscotti alle mandorle, ciambelle all’anice, cassate di crema e di ricotta, le immancabili colombe e le uova di cioccolata.
Ma la vera regina dei dolci pasquali è la Pastiera Napoletana che non è solo un dolce ma un vero e proprio rito con tempi e modalità ben definiti: dalla preparazione, rigorosamente effettuata il giorno del giovedì santo; alla cottura, che un tempo avveniva nel forno rionale, dove, dal primo pomeriggio, quando la temperatura del forno si era addolcita, iniziava la processione di coloro che portavano a cuocere le pastiere. Dall’inconfondibile odore di fiori d’arancio, la pastiera fu inventata probabilmente da una suora, in un monastero dimenticato del napoletano. Come ogni cibo della tradizione che si rispetti, le leggende sulla pastiera si sprecano: una delle più conosciute narra di Maria Teresa D’Austria, consorte del re Ferdinando II di Borbone, soprannominata dai soldati "la Regina che non sorride mai",  che dopo aver assaggiato una fetta di pastiera non poté far a meno di sorridere. Pare che a questo punto il Re esclamò: "Per far sorridere mia moglie ci voleva la pastiera, ora dovrò aspettare la prossima Pasqua per vederla sorridere di nuovo".
E con questa “dolce” leggenda,  auguro a nome mio e di tutta la redazione di Pricesharing una Pasqua serena a tutti i lettori.
 

Plus One!

2 Commenti

  1. notizieflash.com ha detto:

    Pasqua a tavola, ecco i migliori piatti tipici della tradizione gastronomica italiana…

    Le perle culinarie dello Stivale e la leggenda della nascita della Pastiera Napoletana – Sette italiani su dieci trascorreranno il giorno di Pasqua a casa con parenti e amici portando in tavola i sapori tipici della tradizione che non riguardano solo u…

  2. ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo! ha detto:

    Questo articolo è stato segnalato su ZicZac.it….

    Le perle culinarie dello Stivale e la leggenda della nascita della Pastiera Napoletana – Sette italiani su dieci trascorreranno il giorno di Pasqua a casa con parenti e amici portando in tavola i sapori tipici della tradizione che ……

Rispondi

*