Ddl sicurezza 2009: anche in bici si possono perdere i punti della patente di guida


Pubblicato il 7 luglio da Stanislao Di Bello

Consigli da google per le tue ricerche:

Plus One!

Il disegno di legge sulla sicurezza approvato definitivamente pochi giorni fa (ddl n. 733-b) introduce, tra le altre cose, una novità importante per gli utilizzatori di biciclette. Infatti, in caso di infrazione commessa da un ciclista, il nuovo codice prevede la decurtazione dei punti della patente di guida (se posseduta).

L’art. 3, comma 48, recita testualmente: “Se il conducente è persona munita di patente di guida, nell’ipotesi in cui, ai sensi del presente codice, sono stabilite le sanzioni amministrative accessorie del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida, le stesse sanzioni amministrative accessorie si applicano anche quando le violazioni sono commesse alla guida di un veicolo per il quale non è richiesta la patente di guida. In tali casi si applicano, altresì, le disposizioni dell’articolo 126-bis“.

C’è da dire che, nella pratica, il nuovo regolamento introduce una disparità di trattamento tra chi, munito di patente, commette un’infrazione in bicicletta e chi commette la stessa infrazione senza possedere la patente (a meno che si risparmi la sanzione pecunaria a chi viene già punito con la decurtazione dei punti).

Altre novità da segnalare sono:

–    Il “patentino a punti” e la prova pratica di guida anche per i motociclisti;
–    L’inasprimento delle sanzioni per chi non rispetta i limiti di velocità o passa col rosso, per chi guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti;
–    Il giro di vite contro le assicurazioni false.

Plus One!

Rispondi

*