Stop a truffe e ingiustizie: arrivano gli Angeli di Occhio alla spesa. Ecco come diventare inviati del programma di RaiUno


Pubblicato il 25 febbraio da Riccardo Dell'Aversana

Consigli da google per le tue ricerche:

Plus One!

 

Avete intenzione di diventare “inviati speciali” per segnalare ingiustizie, truffe commerciali, soprusi o malversazioni? Da oggi ne avete l’opportunità grazie alla grande iniziativa promossa da Alessandro Di Pietro,  apprezzato e seguito conduttore del programma “Occhio alla spesa”, che va in onda ogni giorno (dal lunedì al sabato alle 10.55) su Rai Uno. Da sempre paladino della tutela dei cittadini-consumatori, il giornalista ha infatti lanciato qualche settimana fa l’operazione “Diventare Angeli di occhio alla spesa per un giorno”:

Segnalate sulla mia bacheca di facebook, o sulla mia mail aledip45@libero.it, oppure sul Forum del mio sito www.alessandrodipietro.it i casi relativi a ingiustizie, trabocchetti, piccole e grandi truffe e in generale ogni malversazione commerciale a danno del consumatore che si verifica nella vostra città. Le segnalazioni dovranno essere complete delle generalità del malcapitato con il suo telefono o la sua mail in modo che la redazione di Occhio alla spesa possa contattarlo per ottenere ulteriori dettagli e soprattutto l’autorizzazione a raccontare la sua vicenda in TV”. Tutte le persone che avranno suggerito casi particolarmente interessanti, avranno quindi l’occasione di diventare inviati del programma televisivo ed “andare in onda per spiegare la vicenda…  Insomma diventare per un giorno Angeli di Occhio alla spesa”.

La trasmissione, giunta quest’anno alla sesta edizione, si presenta con un format di “infotainment”, ovvero un mix di informazione e intrattenimento, ma quest’anno Di Pietro e la sua squadra hanno deciso di virare con maggiore decisione verso i prezzi. Tanti gli spunti che offre questa fascia quotidiana, ma uno dei momenti clou ha a che vedere proprio con i prodotti che entrano più frequentemente nella borsa della spesa delle famiglie italiane. “Ogni giorno – si legge sul sito – viene preso in analisi un prodotto merceologico tra quelli che entrano più diffusamente nella borsa della spesa degli italiani. Come e da chi viene prodotto e commercializzato, le varietà, la sua qualità, il quadro nutrizionale e –non ultimo- quanto costa. A questa domanda il programma risponde con un sistema multimediale collegandosi in videofonia UMTS con i dieci più importanti mercati italiani dove i rilevatori di Occhio alla Spesa fanno vedere in diretta i cartellini dei prezzi del prodotto del giorno”.

Clicca per vedere la programmazione di “Occhio alla spesa”: argomenti, inchieste e prodotti delle puntate dal 23 al 28 febbraio 2009

Plus One!

1 Commento

  1. salvatore Rainiere ha detto:

    In riferimento alla trasmissione che parlava di yogurt, vorrei segnalarvi che il costo di un vasetto di ygurt intero alla frutta,e di ottima qualità, comprato presso l’Eurospin, o presso un qualsiasi discaunt, non supera i 26 centesini; non capisco quindi come mai consigliavate l’eacquisto di questi vasetti al costo più che doppio, nella maggioranza dei casi. Tanto per vostra opportuna conoscenza e per non indirizzare male i vostri ascoltatori.

Rispondi

*