“Caduta dei prezzi, aumento del risparmio”: i grandi obiettivi di Penny Market, tra offerte settimanali e progetti di espansione. Le segnalazioni della redazione


Pubblicato il 3 febbraio da Riccardo Dell'Aversana

Consigli da google per le tue ricerche:

Plus One!


Tutta la qualità in un Penny: la catena di supermercati discount annuncia un’imponente “caduta di prezzi”, con corrispondente “aumento del risparmio”. Due le fasi in cui sarà possibile approfittare delle promozioni dei Penny Market, la prima volge al termine tra pochissimi giorni e cioè il 4 febbraio. Annunciato uno sconto del quaranta percento su alcuni prodotti food: tra questi, un chilo di limoni a 65 cent, Mele Golden a 89 cent/kg, Misto di verdure fresche da cuocere (€. 1,13 / gr.500). Ma è davvero ampio il ventaglio di offerte a disposizione dei consumatori, ecco qualche esempio: Latte fresco parzialmente scremato (1 litro a 69 cent), Burro Alta qualità gr.250 (€. 1.39), Yogurt magro 0,1% gr.500 (55 cent.), Olio extravergine d’oliva lt.1 (€. 2,99), Grana Padano trancio (€. 7,29 al kg.).

Progetti di espansione non solo in termini di diffusione sul territorio, ma anche di sperimentazione di nuovi format: Penny Market punta sempre più fiches sullo stivale in previsione di un 2009 teso al consolidamento e potenziamento della propria rete. Tra gli operatori più importanti della Grande Distribuzione a livello internazionale, presente in Europa con quasi tremila punti vendita (di cui 270 nella nostra nazione), l’insegna di Rewe Group pone quest’anno tra le sue priorità la copertura dell’intero territorio italiano. Attualmente, infatti, i negozi discount Penny sono presenti in quattordici regioni, ma non distribuite in maniera omogenea, essendoci una presenza massiccia nell’Italia settentrionale e centrale. Ecco, dunque, diventare maturi i tempi per lanciare l’assalto alla conquista del Meridione, attualmente coperto con tre soli punti vendita. Interessante anche il test di un nuovo format che, introdotto nel nostro paese, potrebbe essere adottato anche negli altri discount europei del gruppo: si tratta dei Penny Market Ambiente, ovvero negozi con una gamma più vasta di frutta e verdura, oltre a presentare una organizzazione interna tutta nuova. Il gruppo Penny Market Italia S.r.l. è nato nel 1994, in compartecipazione con la Esselunga S.p.A., con l’obiettivo di “sviluppare il discount alimentare nel nostro paese”. Posato a Cremona il primo mattone, in sei anni i punti vendita si moltiplicano e superano quota cinquanta: ad oggi sono oltre 270 distribuiti in 16 regioni (Piemonte, Lombardia, Trentino, Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia), serviti da 6 centri di distribuzione situati a Quattordio (AL), Arborio (VC), Desenzano (BS), Altopascio (LU), Marciano (AR) e Gioia del Colle (BA). “Il nostro obiettivo principale è espanderci su tutto il territorio nazionale”. I presupposti ci sono davvero tutti.

Plus One!

1 Commento

  1. “caduta dei prezzi, aumento del risparmio”: i grandi obiettivi di penny market, tra offerte settimanali e progetti di espansione. le segnalazioni della redazione ha detto:

    […] fonte: http://www.pricesharing.it » Vai al post originale […]

Rispondi

*